paini.

onde road

road

…appena tornato da un viaggio di due giorni in cui ho fatto il pieno di cose belle.
Ieri a Codroipo (che non è la marca di una marmitta truccata) per il concerto dei Radiohead e oggi a Venezia alla Biennale di architettura. In entrambe le due cose ho fatto una marea di foto così ho potuto unire le mie tre grandi passioni (musica fotografia architettura). Magari dirò più avanti la mia su quello a cui ho assistito, ma quello che mi urge di dire ora è che consiglio a tutte/i, ma proprio a tutte/i, di prendersi un po’ di tempo da dedicare a cose che si sente che possano fare bene a qualche parte di noi. Ognuno ha le sue “passioni” (non so come altro chiamarle) e lo sa per certo. La scusa “non ho tempo” non sta in piedi. Chi trova delle scuse per non stare bene e ricevere impressioni vivificanti non si merita un bel niente.
In effetti è strano come si ceda più spesso alla tentazione di rassegnarsi, per poi lamentarsi che le cose non vanno come dovrebbero, piuttosto che dire “non ci sto”, mi muovo per cambiare qualcosa nella mia vita. Certo, lamentarsi è molto più facile e più comodo: la colpa è sempre degli altri, si fa meno fatica perchè non si deve fare nulla e non ci si deve reinventare e il mondo è tanto cattivo con me.
A volte basta un gesto che oltretutto – ripeto – non è mandare giù una medicina cattiva, e questo ti consente di vedere la realtà in modo un po’ diverso.
E questo ricordo rimane e aiuta anche nei momenti meno chiari della propria vita/giornata…

0 Comments