paini.

Fortezza del Girifalco, Cortona

0
  • fortezza prove tour
  • cortona-lontano
  • ubuntu
  • J960x960-29307
  • J900x600-29371
  • cortona-new
  • cortona-los-tres
  • cortona-lontano
  • cortona-fortezza
  • cortona-fortezza-3
  • cortona inaugurazione

25 settembre 2010

Inaugurazione della Fortezza di Girifalco, a Cortona.

the TEAM:
– Ideazione e lungimiranza_ Lorenzo Cherubini
– Responsabile del procedimento (ufficio tecnico Comunale)_ Ing. Marica Bruni
– Progetto (ufficio tecnico Comunale)_ Ing. Marica Bruni, Arch. Donatella Grifo, ricerca a carattere formativo e progettuale Università degli studi di Firenze
– Progetto acustico_ Dario Paini (ifec/flux)
– Collaboratore (ufficio tecnico Comunale)_ Geom. Cassioli Umberto
– Coordinatore della sicurezza per la progettazione e l’esecuzione dei lavori (ufficio tecnico Comunale)_ Ing. Marica Bruni
– Direttore dei lavori (ufficio tecnico Comunale)_ Ing. Marica Bruni, Arch. Donatella Grifo, Per. Ind. Enzo Barabuffi
– Opere_ Impresa Giorgio Zanni

“Che la fortezza sia con te”
Oggi giornata importante.
A Cortona si inaugura la fortezza, lavoro che mi ha permesso di conoscere il Lore ma poi anche altre persone interessanti.
Quello che è stato fatto fino a questo momento …non lo vedete perchè è tutto nascosto, gli igloo, gli antivibranti, il massetto, e in più la volta e le pareti sono state pulite, per cui non vedete neppure quello che c’era prima. Inauguriamo un posto e non c’è nulla da vedere… mi rendo conto ora che molte cose/opere che accrescono la qualità della nostra vita sono invisibili… il silenzio, per esempio, è qualcosa che non si sente (can you feel the silence?) eppure quando il silenzio manca ce ne accorgiamo, magari non subito, magari quando il rumore smette, come quando per tutta la mattina il vicino ha tagliato l’erba con il tosaerba e poi improvvisamente smette, la smette… di colpo il silenzio.
Solo chi è venuto in fortezza prima dei lavori forse si può rendere conto degli sforzi fatti, e che rimarranno impregnati qui per sempre.
Ma poi ci sono anche le parti nuove, come l’ascensore, la stanza dell’ascensore.
Questo posto doveva essere qualcos’altro all’inizio ma anche adesso è qualcosa, anzi in un certo senso ora è potenzialmente tante cose.
Questo posto è potente.
Il Lore diceva di essere dentro la balena (Mobydick) e questa immagine mi è rimasta impressa. Siamo dentro un corpo, fermo, immobile, che respira piano piano, e che in qualche modo noi cambiamo, con la nostra volontà… tutto ciò che, anziché morire, trova una nuova collocazione e funzione, mette in pratica una delle leggi più belle del mondo: trasformarsi, ma senza perdere la propria essenza… è una cosa interessante, piena di vita e di speranza.

Questo posto servirà per tante cose, anche per registrare, volendo. Volando.

Insomma la cosa più importante è secondo me questa volontà di prendere un pezzo di storia e chiedergli di diventare una nuova storia.

fortezza prove tour