paini.

Blog Archives

VareseNews / interview

un bell’articolo di Adelia Brigo su VareseNews di ieri

La Provincia / interview

interview by Chiara Frangi apparsa su La Provincia (sett. 2013)

Scuolasuono / interview

ciao a tutti, qui sotto un’intervista che il grande Francesco Nano (che ringrazio tantissimo) di Scuolasuono mi ha fatto nei giorni scorsi.

enjoy it!

Zimmermitaussicht / Soundcheck

An interesting article from the German “Soundcheck” about the music and the studio of Gary Marlowe and Daniel Hoffknecht.

download

More info about the studio

New kind of Acoustic Diffuser

A new acoustical diffuser in the “Le Mura” Recording studio in Lugano (CH).

Degree

Bravo Simone!

#fuorisalone #viaventura #3

In questi giorni ho avuto il piacere e l’onore di essere ospitato, per il FUORISALONE 2013, presso la location di N.O.E., in Via Ventura 3 con i diffusori acustici “SoundBox”, disegnati da me e realizzati dalla D&A di Claudio Nordio. Grazie a Renato Ruatti (Noah GuitArs), Maria Ruatti, Silvia Cesaroni, SIlvia Cassetta, Saturnino e tutto lo staff!

the best film scores by gary marlowe

news from Gary Marlowe: the album is available in all its Abbey-Road-mastered glory with just a click on this iTunes link.

Gary Marlowe / press.de

The only non-german word is my name, if you cannot find it in 2 hours, call me for a little help (from your friend). link to the studio:

http://www.paini.eu/portfolio/ultra-violet/

nosotros

a new acoustic panel: the making of

Previously designed for the Louis Lortie’s piano room, it will be available soon for everyone interested…

(photo by Claudio Nordio)

Eros

Oggi è un giorno davvero speciale: esce in tutto il mondo il primo singolo del nuovo lavoro di Eros. Il disco è stato registrato nei nuovi studi di Eros a Milano, che ho avuto l’onore di progettare dal punto di vista acustico e architettonico. Tante le persone coinvolte e tutte di livello massimo [Marco Ramazzotti, Franco Lionetti, Mariapia, Domenico Oliva, Alberto Ferraris, Stefano Grasso, Giuseppe Salvatore, Mattia Sampaolo, Claudio Strano (ma vero), Giuseppe Zen, Dario Sangalli, etc.] E’ uno di quei lavori che ti rimangono addosso per sempre, perchè c’hai pensato per mesi interi (alla ricerca delle soluzioni e delle varianti e poi durante il cantiere, una vera scuola sempre) e perchè continui a pensarci adesso che tutto è finito e funzionante e sai che c’è qualcuno che utilizza quegli spazi per fare canzoni mai sentite prima. Ho avuto la possibilità di partecipare ad alcune session di registrazioni (con Luca Chiaravalli e Gabriele Gigli) nella fase di produzione del disco e ho visto una professionalità e una cura per la qualità che raramente si incontrano di questi tempi, dove tutto sembra sempre abbozzato e poi abbandonato.

Caro Eros, grazie per la fiducia.

Tuo, Don Dario

Via Dalma II

L’album di Sergio Dalma “Via Dalma II” , ha ricevuto la nomination ai U.S. Latin Grammy Awards 2012 nella categoria “Best Traditional Pop Vocal Album”. L’album è stato registrato nello Studio 33 da Claudio Guidetti

onde road

…appena tornato da un viaggio di due giorni in cui ho fatto il pieno di cose belle. Ieri a Codroipo (che non è la marca di una marmitta truccata) per il concerto dei Radiohead e oggi a Venezia alla Biennale di architettura. In entrambe le due cose ho fatto una marea di foto così ho potuto unire le mie tre grandi passioni (musica fotografia architettura).

Why architects need to use their ears

Because of poor acoustics, students in classrooms miss 50 percent of what their teachers say and patients in hospitals have trouble sleeping because they continually feel stressed. Julian Treasure sounds a call to action for designers to pay attention to the “invisible architecture” of sound.

TG2 – Intervista a Ivan Segreto

see also: http://www.paini.eu/ivan-segreto/

Eros – Una Nueva Isla

quasi terminati i lavori ai nuovi studi di registrazione di Eros presto nuovi aggiornamenti…

casi terminados los trabajos en los nuevos estudios de grabaciòn de Eros hasta pronto con nuevas informaciones…

works almost finished at the new Eros Recording Studios more news coming soon…

The McGurk Effect

more from wikipedia

30 Aprile

Oggi mia mamma Teresa Caterina Cervini in Paini, in arte Gilda, compie gli anni!! Buon compleannooooooooo!!!!!

Dario, Madda, Adele, Giorgio

da sx: Mamma/Nonna Gilda in braccio alla Zia Giulia, Zio Germano, Zio Giannino, Zia Uccia, Zio Carluccio e Zio Angelo

Premio Fotografia e Parola RICCARDO PRINA

pubblico volentieri questo bando, segnalatomi da una cara amica…

David Byrne: How architecture helped music evolve

[facebook_ilike]

Distretto 51 con Alberto Fortis

Live at Politeama – 16 Dec. 2011 [Video by F. Toso]

Closer

…disegnando gli esecutivi di un nuovo studio… è un’attività che ha un che di terapeutico… devi continuamente decidere il grado di dettaglio… volendo puoi spingerti fino all’infinitesimo, ma ti devi fermare immaginando il resto… (e poi toccandolo). Tutto si può trasformare in un frattale, il senso di vertigine è lì. A 1mm. Forse meno

il piu’ grande…

Lorenzo “Jovanotti” mentre prova nello studio di pinaxa!!

more info

w.i.p.

Nuovi cantieri in corso, nuovi studi che prendono forma. Milano, Pescara, Venezia, Albinia, Genova… Persone (falegnami, impiantisti, elettricisti, muratori, etc.) alcuni dei quali mai visti prima lavorano ad un progetto condiviso…

Ivan Segreto | Chiaro

dal 27 settembre…

Shhh… e’ un segreto!

Evviva! E’ uscito il nuovo EP di Ivan Segreto! E’ un assaggio di quello che sarà a settembre il suo nuovo lavoro, “Chiaro”. Suoni nuovi e belli, con un equilibrio instabile tra tradizione ed esperimenti. Molto moderno tutto. Musica per viaggi interstellari…

Giorgia in the Kaneepa’s Studio

more info: www.paini.eu/kaneepa

Internoise 2011 – Osaka / New Paper

FILE UPLOADED !!! Inviato l’articolo che presenterò a Osaka / Internoise 2011. Riguarda i progetti di 3 studi di registrazione progettati e realizzati in questo ultimo periodo: Pinaxa, Kaneepa, Guidetti.

dieci domande per me (posson bastare)

Una settimanella fa è uscita questa sorta di intervista su “Lombardia Oggi”, inserto della Prealpina.

Qui sotto la versione integrale, che per ragioni di limite di battute, è stata “potata” qua e là.

…………………………………………………….. 1_ La località del Varesotto che lei ama di più? Il Sacro Monte e il Campo dei Fiori, per tante ragioni, anzi per tante non-ragioni… Il primo è un posto fuori dal tempo e …fuori luogo, in tutti i sensi. Ha un potere reale di calmare e di svuotare e di farti sentire nel posto in cui sei… Sei a mezz’ora dalla “maddy crowd” ma lì non arriva nulla di quelle tensioni. E’ un rifugio e un trampolino. Il secondo invece mantiene sempre quella dimensione da “into the wild”, è meno “umano” ma fa sentire bene la dimensione umana, umanamente piccola. In un certo senso ha lo stesso potere del Sacro Monte, anche se, almeno “ufficialmente”, non è così sacro…

2_ E quella che invece odia? Cerco davvero di non odiare nessuna terra, come si potrebbe? Siamo in debito costante con ogni granello… un granello che oggi calpesti magari un milione di anni fa o solo l’anno scorso era in Africa, o in America prima di Colombo…

3_ Dove va a cena? A casa o da amici, al limite a qualche pizza take away per poi tornare a casa… in effetti è molto raro che a Varese si esca per cena, i bambini non hanno bisogno di queste cose per grandi, loro sentono molto più forte il focolare, e a dir la verità anch’io. Se però dopo un concerto è tardissimo e abbiamo fame, beh, si va alla Capri, anche se non si chiama più così.

4_ Dove fa shopping? Shopping è una di quelle parole che mi fanno pensare male del genere umano. Se lo traduci vien fuori comprare, né più né meno e cade tutta l’illusione della cosa in sé. Lo shopping è una malattia di questi tempi così “moderni”. In ogni caso le cose che mi servono e che voglio acquistare (libri e dischi e nondischi) le trovo su Amazon, iTunes, nelle bancarelle del mercato, alle sagre.

5_ Una sera fuori (teatro, musica, cabaret): Varese o Milano? Musica (tanta), cinema (quando si può) e teatro (meno) ovunque càpiti, ovunque sia possibile una risonanza…

6_ Lo scenario ideale per una dichiarazione d’amore? La rocca di Angera (…Angera rocks).

7_ La strada più suggestiva da percorrere in auto? La A8 alle 3 di notte, senza tutor. E nell’autoradio qualsiasi cosa che spieghi il viaggio a modo suo, Bruce (sto pensando ai suoi fiumi, a “Born to Run” (con accenni all’ultima strofa, che spesso mi fa pensare)…), ma anche Miles, il Jova, i Radiohead, o… Una notte – finito di suonare a Verbania tardissimo, giro del lago per tornare – “of the girl” dei Pearl Jam ad un volume bassissimo. Io sempre più piano per non arrivare prima che la canzone fosse finita (per la 5^ volta). Sono arrivato secondo.

8_ La strada più brutta? La A8 alle 5 del pomeriggio. Con o senza tutor

9_ Il più grande pregio della provincia? Essere a metà tra tante cose, essere sulla frontiera di qualcosa, in potenziale contatto con tutto. Questa cosa la rende frizzante. E poi tutto quel verde e questi 7 laghi (anche se, quando li conto, arrivo a 6). C’è una potenza sconosciuta… In certi punti e in certi momenti ti potrebbe dire che sei, chessò in Canada, e ci dovresti credere.

10_ Il più grande difetto? Essere a metà tra tante cose… E’ una città di provincia e non perde quasi mai l’occasione di rivelare quanto sia provinciale. Me ne sono andato spesso, ma poi ritorno (a volte). Ma i miei migliori amici sono qui e quindi non posso che esserle riconoscente.

Professione: ingegnere acustico [www.paini.eu]: preparo lo spazio per ospitare la musica. Più o meno musicista (dall’89 suono con il Distretto 51 e dal ‘91 con mio fratello Gogo, negli Apple Pirates). Età: l’anno scorso 39 Sposato con la Madda, ho due bimboni, Adele (6) e Giorgio (4) Abito a Induno Olona, almeno per il momento, visto che è la casa #7 (come i laghi).

Nella foto sopra il risultato della potatura…

on a friday

25/03/011 primo ascolto dell’ultimo disco dei radiohead / dalle cassettine del mio mac il che significa che metà del range di frequenze me lo perdo / dell’altra metà un’altra metà me la perdo per la mia scarsa capacità di attenzione, ora, per un maldidenti che pulsa ad un ritmo diverso dai brani 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 / spero nel seguito / ma quel che arriva sembra semplicemente insolito e geniale / chissà il resto / … (continua) /

03/04/011 alcuni ascolti dopo / anche in macchina / anche senza maldidenti / ascolti interrotti da semafori e clacson e sempre con una parte dell’attenzione rivolta al di là del vetro / musica per nulla rilassante / per nulla da lunghi viaggi / forse una musica da traffico / piena di tic / di alti e bassi / molto cerebrale / anche se non so esattamente che cosa voglia dire cerebrale / una musica che all’inizio non puoi ascoltare che con la testa / tanto è scientifica / ma poi dopo una decina di ascolti c’è qsa che tocca il sentimento / forse è la sua voce che rende tutto stranamente umano / con riverbero / non è un disco facile / non è facile fare un disco non facile / però è un disco semplice a pensarci / e a non pensarci / lotus, codex, ghosts sono sempre più belle / sembrano che crescano con te / (continua)

Roberto Vecchioni in the studio

Il nuovo album di Roberto Vecchioni, vincitore a San Remo 2011, è stato registrato presso lo studio di Claudio Guidetti!

Kaneepa / soundlite

here

Karakorum International Rec. Studio

Lo studio del Jova!!

stoffe belle e molto altro: LoRe’

acustica: dario paini | flux

supporto indispensabile e quotidiano: Leo Fresco

guardate un po’ qui

Pinaxa / Sound & Lite

click here or here

Pierdavide Carone – live in the studio

Gran parte dell’ultimo cd di Pierdavide Carone è stato registrato nel 33 Studio di Claudio Guidetti.

Anche le foto del booklet sono state fatte all’interno dello stesso studio. …Si vede che piace!

Uncertain …Certain!

Guardatevi un po’ questa bella recensione di “Uncertain, Texas” .

Poi quando vi capita andate a sentire questo simpatico gruppo e già che ci siete comprate pure il cd!

Computer Music Studio

un articolo/intervista al Paini – da “Computer Music Studio” (Dicembre 2010) (click on the image)

DDN free magazine – Pinaxa + Kaneepa

Cliccando qui sotto puoi scaricare l’articolo pubblicato su DDN_free, che riguarda gli studi progettati per Pinaxa e Michele Canova:

Grazie so much a Lorenzo Palmeri per il lavoro e la generosità! foto dp by: Federica Guidali & Mauro Del Romano